di MASSIMO DI CENTA

Anche questa settimana il girone A di Promozione avrà una doppia anteprima: ad aprire l’undicesima giornata saranno, infatti, due anticipi. Sabato 19, alle ore 14.30, scenderanno in campo due formazioni impegnate nella lotta play off: l’Ancona Lumignacco riceve la visita dell’Unione Basso Friuli, in una sfida tra due formazioni con obiettivi diversi ma entrambe reduci da una vittoria nel turno precedente. La squadra di Lugnan, in realtà, ha una serie di quattro successi consecutivi, mentre quella di Carpin, dopo quattro sconfitte, ha colto domenica scorsa un importante successo contro il Rive d’Arcano Flaibano. E sarà proprio il Rive l’altra protagonista dell’anticipo: al “Remigio Picco” arriva il Rivolto. I favori del pronostico vanno naturalmente ai padroni di casa, con l’esordio in panchina di Cocetta (tecnico dell’Under 19) al post di Bernardo.
Domenica, sempre alle 14.30, in campo tutte le altre. La neo capolista Sacilese sarà di scena al Comunale di via Peruzza di Pordenone, contro un Torre imbattuto da ben quattro giornate: trasferta insidiosa, insomma, ma gli uomini di Muzzin non possono permettersi passi falsi nell’ottica di mantenere la vetta. Più complicato il viaggio del Casarsa, la più immediata inseguitrice della Sacilese: per l’undici di Pagnucco c’è l’esame Fontanafredda (l'incontro si giocherà al "Bottecchia" di Pordenone, per il restyling del "Tognon") con i padroni di casa che hanno la grande possibilità di avvicinare le primissime posizioni. Da non prendere sotto gamba neanche l’impegno del Tolmezzo che al “Fratelli Ermano” aspetta il Corva, squadra che spesso ha saputo rendere dura la vita alle cosiddette grandi, ma Gregorutti e compagni sono a caccia del quinto successo consecutivo. Impegno tra le mura amiche anche per l’Union Martignacco: all’impianto di via San Biagio (nella foto di copertina uno scorcio delle tribune) arriva il Calcio Bannia, che non raccoglie punti da ben quattro turni. Per i ragazzi di Trangoni, insomma, c’è la possibilità di impreziosire ancora di più la classifica. Le ultime due partite in programma riguardano la zona retrocessione: la decimata Gemonese sarà di scena in casa dell’Azzanese, alla ricerca di un successo che possa restituire fiducia e serenità ad un ambiente al momento col morale sotto i tacchi. Ma anche i padroni di casa hanno estremo bisogno di punti perché i sette che hanno finora non consentono altri passi falsi. Ultimo match in programma è lo scontro tra ultima e penultima: in casa del Saronecaneva arriva il Teor, alla ricerca di un successo che sembra scontato, ma va comunque conquistato.