Nella massima serie del Carnico, il Villa perde il derby contro la Folgore e dice virtualmente addio ai sogni scudetto: la squadra arancione finisce a meno 9 dal Cavazzo (che tra l’altro ha già osservato il proprio turno di riposo) e risulta difficile credere in un recupero. Anche perché il Cavazzzo avanza a suon di gol e la sua ha ormai le sembianze di una marcia trionfale, come confermato in questa giornata, in cui i viola sono andati a vincere a Cercivento con un roboante 6-3.
Dietro il duo di testa si affaccia il Cedarchis, capace di imporsi nel derby col Real: ad Imponzo gol ed emozioni, con la partita in bilico fino all’ultimo. Altra vittoria in trasferta quella della Pontebbana che passa a Sutrio sul campo dei Mobilieri, tornati alla sconfitta dopo una mini serie di risultati positivi che sembrava aver allontanato definitivamente la crisi patita dagli uomini di Buzzi.
In zona salvezza, il risultato più importante è quello di Arta, dove i rossoblu locali s’impongono all’Ovarese nei secondi finali del match: la vittoria sancisce la quasi certa salvezza dei termali, mentre precipita l’Ovarese all’ultimo posto in classifica, superati dal Sappada che sconfigge l’Illegiana e tiene vive speranze di rimonta un po' più concrete.
La Velox, quindi, assorbe senza grandi danni il proprio turno di riposo, visti i risultati sui campi dove erano impegnati gli avversari coinvolti nella lotta salvezza.

In Seconda categoria, vincono tutte le prime quattro: l’Amaro, in casa, regola una buona Val del Lago, imitata dalla Viola che fatica più del previsto a domare un coriaceo Ravascletto, che si arrende solo nei minuti di recupero. Le altre due vincono in trasferta: il Campagnola va a vincere a Pesariis sul campo dell’Ancora, mentre il Tarvisio supera di misura il Fusca, che sia pur virtualmente retrocesso, mette in campo dignità ed orgoglio. Dalla zona retrocessione si allontana il Lauco: il terzo successo consecutivo a spese dell’Edera, permette alla formazione dell’altopiano di fare un balzo in avanti probabilmente decisivo. Bene anche il Paluzza che travolge il Verzegnis e torna a respirare dopo una lunga serie di risultati negativi.

In Terza Categoria, continua il volo della Stella Azzurra: al “Goi” deve arrendersi anche la Moggese, superata in classifica dall’Ardita (che col successo sul Timaucleulis agguanta la seconda piazza in solitaria), dal Bordano (che non va però oltre il pari interno col castello) e da La Delizia (senza problemi in casa col Comeglians). Torna a sperare anche il Val Resia (che, ricordiamo, deve recuperare la gara col Bordano) che supera di misura la Velox B. Nel derby dell’alta Val Tagliamento, successo dell’Audax sull’Ampezzo.