di MASSIMO DI CENTA

UNION MARTIGNACCO – CALCIO BANNIA 3 – 0

GOL: pt 11’ Ibraimi; st 14’ Bianco (aut.), 22’ Lavia.

UNION MARTIGNACCO: Giorgiutti, Masutti, Bolognato, Grillo, Vicario, Cattunar (11’ st Lavia), Lizzi (35’ pt Nin), Eletto, Reniero (43’ st Napoli), Di Benedetto (7’st Nobile), Ibraimi. A disposizione: Braidotti, Aviani, Abdulai, Fabbro, Gangi. All. Devid Trangoni.
CALCIO BANNIA: Ciot, Neri, Lenisa, Mascherini (16’ st Verona), Petris, Bianco, Gervaso, Marangon, Conte (30’ st Maccan), Tocchetto (30’ st Lococciolo), Polzot (40’ st Santarossa). A disposizione: Macan, Santoro, Saccon, Pase, Gjana. All. Nicola Della Valentina.
ARBITRO: Coral (Sez. Basso Friuli) - ASSISTENTI: Della Gaspera e Ghesini di Gradisca d’Isonzo.
NOTE: ammoniti Lenisa, Petris, Mascherin, Saccon, Grillo. Angoli 7 a 2 per l’Union Martignacco. Recupero 2’ e 5’.
MARTIGNACCO. L’Union Martignacco centra il quarto successo consecutivo e rimane lì, con i play off a portata di mano e con la sensazione di essere una vera e propria mina vagante nei piani alti della classifica. Il 3 a 0 col quale liquida il Calcio Bannia, forse, è oggettivamente troppo severo per gli ospiti, che pagano alcuni episodi sfortunati e la grande fatica in fase realizzativa (peggio di loro nel girone, infatti, hanno fatto solo Saronecaneva e Rivolto). La formazione di Trangoni mostra scampoli di bel gioco alternati ad alcuni cali di tensione, ma dà sempre l’impressione di recitare un copione ormai consolidato, prova ne sia che anche chi è entrato a partita in corso ha dimostrato di avere sempre le idee chiare. Partono forte i padroni di casa che infatti la sbloccano dopo una decina di minuti, grazie al bomber Ibraimi, che dal limite approfitta della libertà concessa dai difensori avversari per piazzare un diagonale preciso nell’angolo basso alla sinistra del portiere. Una volta in vantaggio, l’Union si limita al controllo del match e così il Calcio Bannia prende coraggio: in rapida successione, nella seconda metà del primo tempo, un palo di Polzot su una sfasatura di Bolognato, un tocco troppo debole di Conte a pochi metri dalla linea di porta, un’insidiosa punizione di Marangon messa in angolo da Giorgiutti e una traversa scheggiata da Tocchetto direttamente da calcio d’angolo sono le occasioni che non avrebbero fatto gridare allo scandalo se la prima parte si fosse chiusa in parità. Anche la ripresa si apre con gli ospiti in avanti e Tocchetto dal limite per poco non inquadra la porta. L’Union Martignacco capisce che non è il caso di scherzare col fuoco e trova il raddoppio grazie ad una sfortunata autorete di Bianco, che tocca nelle propria porta una traversone da destra poco prima del quarto d’ora. Il Calcio Bannia capisce che non è giornata quando, subito dopo, una conclusione di Gervaso colpisce la traversa, in quella che poteva essere l’occasione per riaprire i giochi. Per gli ospiti è notte fonda quando, a metà ripresa, il giovane Lavia infila di testa su angolo da destra il gol che chiude la contesa. Resta mezzo tempo da giocare ma non succederà più niente, a parte qualche contropiede sciupato dai padroni di casa.