Di Matteo Femia

Andare...Ol3 le difficoltà. Ci scuserà la società friulana per il (discutibile, lo ammettiamo) gioco di parole, che aiuta però a far capire bene lo stato dell’arte in casa-Cormonese alla vigilia della sfida valida per la terza giornata del girone B di Promozione in casa degli orange. Per i grigiorossi infatti la partita in programma a Povoletto (e dunque non nell’abituale terreno di gioco di Faedis) può essere una sorta di spartiacque della stagione: se andasse bene e arrivassero i tre punti, potrebbe rappresentare la svolta psicologica che garantirebbe un salto di qualità agli uomini di mister Amedeo Russo, ma se dovesse finire con un risultato diverso dalla vittoria aumenterebbero i punti interrogativi in una squadra che sinora ha avuto alti e bassi di rendimento. Sarà sicuramente necessaria una prova di qualità e mordente diversi rispetto all’ultima prestazione al di sotto delle aspettative contro il Primorec. La Cormonese ha le carte in mano per poter tornare a stupire in positivo e i tifosi attendono con trepidazione che la squadra riesca finalmente a sbloccarsi dopo questo avvio di campionato un po’ al rallentatore.

Chi invece è riuscito a riprendersi subito dopo l’inatteso ko del debutto contro il Sant’Andrea San Vito è stata la Pro Romans, che nel derby contro il Mariano ha trovato i tre punti e tanta convinzione nei propri mezzi. Un successo, quello contro i cugini rossoblu, che ha ridato slancio al progetto tecnico di mister Alessandro Radolli, e ora arriva un cliente per nulla semplice: la Risanese infatti è ancora a secco di punti, e si presenterà sicuramente sul campo dei giallorossi vogliosa di rifarsi. Un sentimento che sicuramente proverà anche lo stesso Mariano, impegnato sabato nell’anticipo sul terreno del Sevegliano/Fauglis: l’obiettivo è quello di tornare a fare punti dopo la delusione della sconfitta nel derby. Di fronte ci sarà una squadra altalenante nelle prestazioni: pessimo il primo tempo contro la Cormonese al debutto, meraviglioso il secondo tempo della stessa partita con rimonta in inferiorità numerica da 0-2 a 2-2. Ma contro il Sant’Andrea San Vito per i seveglianesi è arrivato un passo falso inatteso. E quindi di fronte al proprio pubblico i padroni di casa inseguono il primo successo stagionale. Starà al Mariano cercare di opporsi.