di Barbara Castellini

Riproduzione riservata ©

Anche dopo la trasferta a Reggio Emilia la casellina delle vittorie negli scontri diretti dell'Udinese è rimasta vuota. Contro il Sassuolo, infatti, i bianconeri hanno conquistato il sedicesimo pareggio stagionale (1-1), rimanendo a tre punti di vantaggio sul terzultimo posto, occupato attualmente dal Frosinone e dall'Empoli, sconfitto lunedì sera al Giuseppe Meazza per 2-0 dall'Inter, prossimo avversario proprio dei friulani.

Lunedì, infatti, alle 20.45 al Bluenergy Stadium sbarcherà la corazzata nerazzurra che, con 14 punti di vantaggio sul Milan a otto giornate dal termine del campionato, è ormai prossima a festeggiare il suo ventesimo scudetto. Salvezza tutta da conquistare, invece, per la formazione di Gabriele Cioffi, ancora in lotta per un traguardo che potrebbe concretizzarsi a quota 35 punti. Contro i nerazzurri servirà un'Udinese più “frizzante” e attenta rispetto a quella scesa in campo al Mapei Stadium. Nonostante una prima mezzora discreta, i bianconeri sono stati colpiti da Defrel al 41' (a secco da aprile 2023), ma hanno avuto il merito di riequilibrare il match dopo soli tre minuti grazie a Florian Thauvin, in assoluto il migliore in campo. Grazie al sigillo di Pasquetta l'attaccante francese è salito a quota cinque nella classifica marcatori, raggiungendo tra gli altri il rossonero Rafael Leão e l'atalantino Ederson.

Nella ripresa, il ritmo è calato così, come le speranze da parte dell'Udinese di centrare il quinto successo stagionale. Due, invece, le traverse colpite (entrambe, però, in situazioni di offside) da Sandi Lovric al 69' e Lazar Samardzic all'81' su punizione. Da mercoledì l'Udinese inizierà a preparare il big-match contro l'Inter, per il quale non sarà a disposizione Lorenzo Lucca (ammonito a Reggio Emilia e già in diffida). Per l'attaccante di Moncalieri si tratterà della prima assenza dopo 30 giornate di campionato.

(foto Petrussi)