Serie D: incrociando le dita, nel weekend si gioca

di Francesco Tonizzo

Dove eravamo rimasti? Al rinvio della ripresa del campionato di serie D, che doveva ricominciare domenica scorsa, ma è stato posticipato al prossimo fine settimana.
Qual’era il turno slittato di un mese per consentire i recuperi delle partite non disputate da settembre ai primi di novembre? La nona di andata.

Allora, incrociamo le dita: sabato e domenica la serie D tornerà in campo. O quanto meno lo speriamo tutti: hai visto mai che ci mettano lo zampino un’ordinanza, quattro tamponi positivi, giove pluvio che decide di fare il protagonista come ieri allo stadio Friuli?

Per quanto riguarda il calcio regionale, il Cjarlins Muzane ospiterà il Caldiero Terme, il Chions se la vedrà con la Adriese e la Manzanese sarà in trasferta a Porto Tolle, sul campo della capolista del girone C.
Tutte le partite a porte chiuse.

La sfida del “Della Ricca” tra gli aranciocelesti del patron Vincenzo Zanutta e il Caldiero sarà in diretta facebook, sul social network del Cjarlins Muzane. Il cono di luce dei riflettori sarà puntato soprattutto su Dario Sottovia, il nuovo bomber appena arrivato in Friuli dal San Giorgio Sedico, in sostituzione di Riccardo Santi, appena approdato alla Luparense. In casa Caldiero, i rumors di mercato parlano della possibile partenza dell’attaccante argentino Luis Fabián Galesio alla volta del Taranto, sempre in serie D, dove andrebbe a sostituire il connazionale Denis Stracqualursi.

Per quanto riguarda il Chions, la notizia più bella è il ritorno dei tecnici Fabio Rossitto e Dario Greguol, entrambi negativi agli ultimi test. E’ chiaro che ogni dettaglio tecnico sulla prossima partita e sull’avversaria passa in secondo piano rispetto alla necessità di capire quale sia la condizione dei biancorossi del presidente Mauro Bressan, reduci da almeno 40 giorni di difficoltà assoluta, tra quarantene, rinvii e problemi assortiti.

In queste ultime settimane la Manzanese si è sempre allenata: l’unica partita giocata e vinta è stata quella con l’Ambrosiana a metà novembre: quei tre punti hanno spinto gli Orange del mister Roberto Vecchiato fino a metà classifica. La motivante sfida alla capolista rappresenta adesso un test soprattutto sulla personalità e la determinazione di Valeriano Nchama e compagni nel voler salire di livello.