Serie D in archivio. Riflettori puntati sui play-off

di Francesco Tonizzo

Una squadra ai play-off, una mancata protagonista e una retrocessa: non s’è fatto mancare niente il calcio regionale dal girone C di serie D.

La Manzanese gioca domani al Morigi il primo turno della post season contro l’Union Clodiense. Gli arancioni del mister Roberto Vecchiato possono giocare con la mente serena: il presidente Filippo Fabbro, nel commentare l’ultima partita di campionato, vinta domenica contro la Luparense per 1-0, ha ribadito che è giusto provarci, per il prestigio e l’orgoglio personale, pur se l’asticella è altissima e la Società è già concentrata sulla prossima stagione. Visione comunque più che legittima da parte del sodalizio manzanese, specie considerando i parametri davvero stringenti e limitanti per chiunque ambisca a salire in serie C. La sfida casalinga con la Clodiense è una specie di terno al lotto, dal momento che in regular season sono arrivati due pareggi: 0-0 all’andata a Chioggia e 1-1 al ritorno a Manzano. Impossibile definire una squadra favorita, anche perché faranno la differenza soprattutto le motivazioni e la resistenza al caldo afoso che si preannuncia a Manzano.

Il Cjarlins Muzane s’è congedato dal campionato con una partita che ha rappresentato l’ideale fotografia della stagione dei celestearancio: buone cose espresse, gioco, goal, disattenzioni fatali, calo di rendimento, reti subite in maniera molto evitabile, sfortuna… insomma: un tutto sommato giusto pareggio per 2-2 con il Belluno, che a Carlino ha giocato l’ultima gara della propria centenaria storia prima di fondersi con Union Feltre e Union San Giorgio Sedico. Il Presidente carlinese Vincenzo Zanutta ha annunciato che entro pochi giorni definirà la composizione dello staff tecnico, di concerto con il direttore sportivo Massimiiano Neri. La novità principale a Carlino è proprio rappresentata dal fatto che, forse per la prima volta, il Patron Zanutta affiderà a un DS la campagna acquisti, dopo aver sentito i desiderata del tecnico. Non che ciò significhi per forza che la squadra sarà costruita meglio o peggio, ma certamente è una situazione differente rispetto a quella alla quale il CjarlinsMuzane ha abituato e dunque merita attenzione e curiosità.

Il retrocesso Chions ha già iniziato il nuovo ciclo affidandosi al mister Andrea Barbieri. L’ex tecnico del Lumignacco e del Cordenons guiderà i gialloblu nella stagione 2021/22 in Eccellenza Fvg, anche se resta uno spiraglio di ripescaggio in serie D quando ci sarà la conta delle squadre iscritte al prossimo campionato al netto della fusione tra Belluno, Feltre e Sedico e dell’eventuale promozione in serie C di una di quelle squadre che domani iniziano i play-off.