Pordenone v Maccan Prata: superderby nel Futsal

di Francesco Tonizzo

Ogni stagione sportiva, ogni campionato, piazza sul calendario una sfida che, più di ogni altra, rappresenta un appuntamento irrinunciabile per tutti coloro che la vivono: squadre, società, giocatori, tecnici, tifosi. Il derby di Futsal tra Pordenone e Prata è sicuramente nel novero di questo tipo di partite. Tanti ex da una parte e dall’altra, la spinta (da casa) del tifo di due ambienti appassionati e la possibilità, per entrambe le formazioni, di conquistare punti preziosi nell’ottica di una classifica che pone Prata al secondo posto e Pordenone al quarto, danno alla partita tanti significati.
L’incontro, che si disputa a porte chiuse martedì 12 gennaio al palaFlora di Torre, è valido come recupero della sesta d’andata del girone B di serie B: fischio d’inizio alle 21, arbitri Kenan Kreso di Trieste e Davide Copat di Pordenone, cronometrista Salvatore Angelo di Gradisca d’Isonzo. La partita viene trasmessa in diretta sulla pagina facebook della Martinel Pordenone Calcio a 5.

La Martinel Pordenone ha fatto il pieno d’entusiasmo vincendo per 4-8 sul campo del Maniago Futsal nel derby della Destra Tagliamento. Il mister neroverde Gianluca Asquini carbura l’ambiente dei Ramarri: “Affronterò Marco Sbisà per la prima volta da avversario – ha detto il tecnico della Martinel -, se non consideriamo le gare contro la rappresentativa regionale, di cui lui è stato allenatore. Sta facendo davvero molto bene, al suo primo anno sulla panchina del Maccan Prata, ma di questo non avevo dubbi, vista la sua ampissima preparazione. Il grande rammarico è non poter avere lo splendido pubblico del Pala Flora a fare da cornice ad una sfida sempre così avvincente

Il Maccan Prata, reduce dalla vittoria per 4-6 a Rovereto, al termine di una prestazione di alto livello, si presenta con il morale alle stelle. Sabato, in Trentino, il mister Marco Sbisà ha dato spazio e minuti in campo a tutta la rosa. “Per noi, quella con il Pordenone è la partita della stagione – ha anticipato il tecnico dei gialloneri nel post-gara di Rovereto -, però dobbiamo cambiare questo tipo di mentalità: è una gara fondamentale perché si incontrano due squadre fortissime che lotteranno fino alla fine per certe posizioni, ma vale tre punti, come quelle precedenti e quelle successive. La affronteremo con la massima serenità, sapendo tutto quello che dovremo fare in campo. Conosco ogni cosa del Pordenone, allenata dal mio amico e maestro Gianluca Asquini, hanno grande qualità. Mi aspetto una partita bellissima“.

Martedì 12 si disputano anche altri tre recuperi della sesta giornata: Canottieri Belluno v Hellas Verona, Futsal Cornedo v Giorik Sedico e Sporting Altamarca Maser v Olympia Rovereto.

In campo mercoledì 13 gennaio, invece, il Maniago Futsal che attende la visita della Miti Vicinalis Vazzola, nel match di recupero della sesta d’andata. I maniaghesi del mister Mauro Polo Grava sono ancora ancorati al palo e, sicuramente, i problemi di formazione, con tante assenze importanti, stanno vessando le ambizioni del club, che però sabato, nel derby perso in casa con la Martinel Pordenone, hanno dimostrato garra e voglia di non mollare, espresse soprattutto nel secondo tempo.
Fischio d’inizio alle 20.30, arbitri Amarildo Hoxha di Este e Mauro Bontorin di Bassano del Grappa, cronometrista Davide Copat di Pordenone.

Sempre mercoledì 13, per il recupero della sesta giornata, scende in campo a Manzano l’Udine City Futbol Sala, ospitando il Futsal Giorgione: fischio d’inizio alle 20, arbitri Salvatore Angelo di Gradisca d’Isonzo e Krizia Zucchiatti di Tolmezzo, cronometrista Kenan Kreso di Trieste.
Gli udinesi del mister Tita Pittini si sono imbattuti sabato nella corazzata Sporting Altamarca Maser, fin qui imbattuta e dominatrice del torneo con nove vittorie e 51 reti segnate. Agli udinesi non sono state sufficienti le realizzazioni di Barile, Turolo e Guidolin, anche se l’Udine City ha messo in mostra un buon gioco, esprimendosi senza timori reverenziali.
Gli ospiti sono reduci dal pareggio per 1-1 a Palmanova contro il team del mister Giuseppe Criscuolo: il tecnico castellano Angelo Robson Marani, che nel dopogara di sabato ha fatto i complimenti ai palmarini (“Hanno giocato con il cuore, noi per la prima volta abbiamo preso pochi goal: con l’Udine City, vogliamo continuare a muovere la classifica“), punta parecchio sulla sfida nell’impianto manzanese.
Il match tra Udine City Futbol Sala e Giorgione rappresenta un importante snodo in ottica salvezza per entrambe: i friulani hanno sette punti, i veneti cinque. Chiaro che l’Udine City voglia provare a sfruttare anche il fattore campo per agganciare il treno di metà classifica ed uscire dalle secche delle retrovie, allontanandosi dalla zona play-out, specie in caso di successo: un’occasione da non perdere per i ragazzi del presidente Federico Spina.