Ordinanza FVG: all’aperto, consentito 1/3 della capienza degli impianti

di Francesco Tonizzo

Il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha emesso oggi l’ordinanza n.35/PC che va ad integrare il DPCM del 14 ottobre con il quale il Governo, tra le altre norme, aveva stabilito i limiti delle capienze all’interno degli impianti sportivi, validi fino al 15 novembre 2020.
Dal momento che lo stesso DPCM aveva concesso alle Regioni la possibilità di stabilire numeri massimi diversi in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi e degli impianti, Massimiliano Fedriga ha deciso di intervenire.
Acquisito il parere della Direzione Centrale Salute, politiche sociali e disabilità del 16 ottobre 2020, l’Ordinanza 35/PC della Regione Fvg ha stabilito che il numero massimo di spettatori per teatri, cinema e altri luoghi di spettacolo all’aperto o al chiuso sia determinato assicurando uno spazio libero tra sedute fisse e identificate e, in caso di sedute fisse e non identificate (quali spalti e gradinate), con distanziamento interpersonale di almeno un metro, salvo i gruppi conviventi. In ogni caso il limite massimo è di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 700 spettatori per le strutture al chiuso e comunque sia all’aperto che al chiuso non si può superare la capienza di 1/3 di quella consentita.

Per gli impianti sportivi all’aperto, il DPCM del 14 ottobre aveva limitato al 15% dell’impianto e, comunque, non più di 1000 spettatori. Massimiliano Fedriga ha stabilito che il 15% venga elevato al 33% (1/3), mantenendo – sia chiaro – il distanziamento interpersonale di almeno un metro tra persone non conviventi e, ovviamente, l’obbligo di indossare la mascherina.
Attenzione al fatto che quest’ultima ordinanza del Presidente Massimiliano Fedriga è valida solo fino al 25 ottobre.

In calce a questo articolo è possibile scaricare il documento ufficiale, per una visione d’insieme.

Ordinanza 35_PC_FVG dd 16_10_2020