Niente Mondiale: Gli azzurri del Beach tornano a casa

Una beffa atroce. Per la Nazionale di beach soccer il sogno di andare al Mondiale sfuma a 7 secondi dalla fine: vince la Spagna, 5-4 al supplementare, una partita pazza, che purtroppo costringerà l’Italia vice campione del mondo a rimanere a guardare la fase finale in programma in Russia dal 19 al 29 agosto. Dopo sei vittorie consecutive tra qualificazioni europee e mondiali, la prima sconfitta sulla sabbia di Nazaré nel quarto di finale del torneo di qualificazione (al Mondiale andavano le quattro semifinaliste) costa carissima all’Italia, punita da un calcio di rigore di Chiky a sette secondi dalla fine dell’extratime. “Siamo partiti bene, stavamo gestendo la partita, poi purtroppo gli episodi ci sono andati contro – dice il c.t. Emiliano Del Duca -. Abbiamo avuto la palla per andare in vantaggio con Josep jr., poi siamo stati puniti da un’ingenuità. Abbiamo fatto un grande percorso, meritavamo di andare a Mosca, ma questo è uno sport crudele. Volevamo andare al Mondiale oltre che all’Europeo: avevamo iniziato bene, poi la partita è girata e, nonostante questo, avevamo reagito. Ai ragazzi non posso rimproverare niente: abbiamo dato tutto“.

Del Duca parte in quintetto con Simone Del Mestre, Josep jr., Marinai, Gori e Giordani. Proprio quest’ultimo, dopo 2’25”, calcia il pallone verso la porta di Dona: il tiro diventa un assist per Marinai, che sblocca il risultato. Passano solo 17 secondi, e Dona si rende protagonista di un’uscita avventata quasi sulla linea laterale: atterra Zurlo e lo manda sul dischetto, dove il bomber calabrese è glaciale. La Spagna prova a scuotersi: Del Mestre dice di no a Chiky, poi Riduan vince un rimpallo e batte il portiere azzurro, dimezzando lo svantaggio per le Furie Rosse. Ma l’Italia a 2′ dalla fine del primo periodo trova il 3-1 con un colpo da biliardo di Josep Jr.: un tocco di piatto che si infila lentamente nella porta spagnola.

Dopo i fuochi d’artificio del primo tempo, nel secondo succede meno: l’Italia trema per una rovesciata di Eduard che sfila di poco a lato della porta di Del Mestre, poi ringrazia il salvataggio miracoloso di Josep jr. sul pallone scavato dallo stesso numero 7 spagnolo. Alla fine, però, il gol arriva, ed è una prodezza assoluta di Llorenc, che in rovesciata porta la Spagna a -1. Lo stesso numero 10 spagnolo, però, in apertura di terzo tempo (1’14”) manca clamorosamente il pallone, lanciando Zurlo verso la porta: Llorenc commette fallo e viene espulso, con lo stesso Zurlo che calcia però addosso a Dona. In inferiorità numerica, la Spagna trova il pareggio: rilancio con le mani di Dona e piatto sinistro di Cintas che punisce un’Italia distratta. Ma il cuore di questa squadra è immenso: ancora in cinque contro quattro, Marinai controlla due volte il pallone con la coscia e lo scarica in porta per il 4-3. Palla al centro e nuovo pareggio con Chiky, che aggira la barriera e sfrutta il rimbalzo sulla sabbia per beffare Del Mestre.

Si va al supplementare dove, a 52 secondi dalla fine, poteva esserci la svolta: Cintas mette giù Josep jr., ma l’italobrasiliano non riesce a trasformare il tiro libero molto simile a un rigore. E a 7 secondi dalla fine arriva la doccia gelida: sul rilancio di Dona, Corosiniti mette giù Chiky in area, regalando il rigore agli spagnoli, trasformato dallo stesso Chiky, che spiazza Carpita entrato appositamente per parare il rigore. Impresa non riuscita, l’Italia è fuori dal Mondiale.

ITALIA-SPAGNA 4-5 et (3-1; 0-1; 1-2; 0-1 et)
ITALIA: Del Mestre, Josep Jr Gentilin, Giordani, Marinai, Gori; Carpita (GK), Palmacci, Zurlo, Vaglini, Frainetti, Corosiniti (C), Del Duca. All. Del Duca

SPAGNA: Dona (C), LLorenc, Domingo, Chiky, David; Juanmi (GK), Riduan, Cintas, Javi Torres Eduard, Pablo Perez, Mejias. All. Lacarcel

Arbitri: Viktor Listratov (RUS), Ingilab Gomolko (AZE), Vitalij Gomolko (LTU)
Reti: Marinai 2’42’’pt, Zurlo (R) 2’45’’pt, RIduan 6’16’’pt, Josep Jr Gentilin 11’04’’pt; LLorenc 10’41’’st, Cintas 1’44’’tt; Marinai 2’55tt, Chiky 2’57tt; Chiky (R) 2’53’’et

I Gironi
Girone A: Portogallo, Ucraina, Turchia, Kazakistan
Girone B: ITALIA, Germania, Romania, Danimarca
Girone C: Spagna, Bielorussia, Polonia, Norvegia
Girone D: Svizzera, Francia, Azerbaijan, Estonia

Le prime due di ogni girone accedono direttamente ai quarti di finale (venerdì 25 giugno): le quattro semifinaliste si qualificano ai Mondiali. La finale del torneo si disputa domenica 27 giugno (20.30 italiane)

I quarti di Finale

Nazarè, 25 giugno 2021
Bielorussia-Germania 5-1
Svizzera-Ucraina 5-6
Italia-Spagna 4-5
Portogallo-Azerbaijan 6-1

Date delle fasi finali
Finali Europeo (EBSL): 8-12 settembre a Figueira de Foz (POR)
Finali Fifa Beach Soccer World Cup (FBSWC): 19-29 agosto a Mosca

Fonte: FIGC