Lombardia: calcio dilettanti in lock down

di Francesco Tonizzo

Friuli Venezia Giulia isola felice per quanto riguarda il calcio dilettanti? Al momento pare di si e tutti coloro che si lamentano delle limitazioni imposte, dell’obbligo di mascherina, di distanziamento sociale, forse farebbero bene a rendersi conto che c’è chi sta molto peggio.
In Lombardia, tanto per non andare troppo lontano dalla nostra Regione, il presidente Attilio Fontana ha annunciato la sospensione degli sport dilettantistici di contatto per trenta giorni, a partire da sabato 17. 

Abbiamo pensato che sia opportuno sospendere ogni attività negli sport di contatto, anche per la categoria dilettanti, senza però sospendere gli allenamenti”, ha dichiarato Attilio Fontana ai rappresentanti dei media dopo la riunione che il Presidente della Lombardia ha avuto con il Prefetto di Milano e i rappresentanti del Consiglio Regionale lombardo.

Il provvedimento della Regione Lombardia prevede anche la chiusura delle ricevitorie del Bingo e delle scommesse e delle sale da gioco.
Per gli appassionati di calcio del Friuli Venezia Giulia, dunque, andare al campo sportivo con la mascherina e restare a un metro da tutti, esclusi i conviventi, dev’essere inteso come una misura lieve, rispetto al lock-down imposto da Attilio Fontana al calcio lombardo.