Futsal: ufficiale la salvezza del Palmanova

di Francesco Tonizzo

.

La Divisione Calcio a 5 della Lega Nazionale Dilettanti ha comunicato ufficialmente quel che già si sapeva: vengono cancellati i play-out e retrocedono in serie C regionale solo le ultime classificate degli otto gironi di serie B. Per quanto riguarda il girone B nazionale, quello che comprende le formazioni del Friuli Venezia Giulia, purtroppo è il fanalino di coda Maniago a tornare nell’àmbito regionale, mentre il Palmanova, che pure s’era guadagnato i play-out andando a vincere lo scontro diretto a Castelfranco Veneto sul parquet del Giorgione, può già festeggiare la salvezza.

Eravamo in attesa della comunicazione – spiega il mister palmarino Giuseppe Criscuolo -: ci siamo allenati per i play-out. Ci avevano detto che forse la post season non si sarebbe giocata, ma finché non c’è stata l’ufficialità siamo rimasti in allerta. Adesso possiamo essere tranquilli“.

Ci sarebbe da discutere sulle modalità e le tempistiche con le quali la LND è arrivata a questa decisione…
Abbiamo dovuto affrontare tantissime difficoltà quest’anno, così come tutti, per i problemi con il Covid che hanno condizionato il campionato. Arrivare anche a questo epilogo per noi è diventato ancora più difficile: finire la stagione, saper di dover affrontare i play-out, prepararsi per quello, aspettare tre settimane per un comunicato… Mentalmente non è stato facile, però l’importante è che l’ufficialità sia arrivata“.

Ultimamente non avete nascosto una vena un po’ polemica, parlando di una salvezza raggiunta nonostante qualcuno non fosse contento per questo risultato del Palmanova. Qual è il motivo di questa presa di posizione?
E’ una mia opinione personale. Noi quest’anno abbiamo trovato delle difficoltà anche nel reperire i giocatori. Quando abbiamo saputo che la serie C non sarebbe partita ci siamo guardati attorno e penso che se una squadra friulana fa la serie B questa debba essere supportata ed aiutata dal movimento se è vero che un campionato minore non parte. E si è fatta molta più difficoltà a concedere giocatori al Palmanova: in questo senso, mio pensiero personale, se fossimo retrocessi magari a qualcuno avrebbe fatto piacere. Alla fine però ci siamo salvati anche quest’anno e chi voleva esultare per una nostra eventuale retrocessione, dovrà aspettare“.

Sotto l’aspetto morale, va sottolineato che avete vinto a Castelfranco Veneto lo scontro diretto: in teoria vi siete guadagnati almeno i play-out sul campo.
Prima di giocare a Castelfranco si era già palesata l’ipotesi di non dover giocare i play-out, ma ai ragazzi ho detto che avremmo comunque dovuto vincere là. Se ce li avessero fatti fare, saremmo andati a vincere anche quelli. Quello che sicuramente non volevamo è che si dicesse che il Palmanova si è salvato solo perché sono cambiate le regole, facendone retrocedere solo una. Nonostante le difficoltà incontrate, abbiamo dimostrato che non meritavamo quella posizione di classifica. Tra infortuni e squalifiche abbiamo patito tante assenze, abbiamo perso tanti punti per strada, soprattutto nel girone d’andata“.

Programmi per l’immediato futuro?
Per ora sono contento di aver raggiunto la seconda salvezza consecutiva in serie B, con questa squadra. Ho ringraziato tutti i ragazzi che hanno contribuito in maniera fondamentale al risultato. Per quanto riguarda il futuro, ho deciso di staccare un po’, perché è stata una stagione dura sotto tutti i punti di vista. Più avanti valuteremo il da farsi: adesso non sono in grado di anticipare quello che succederà in seno al Palmanova come società e a me personalmente“.

Quindi, ora relax dalle competizioni e sotto con il tuo ristorante ad Aprilia Marittima che ha riaperto dopo il lockdown?
Siamo partiti il primo di maggio ed è giusto che mi concentri sull’attività culinaria: c’è tempo per decidere cosa succederà in futuro“.