DPCM 18 ottobre: i campionati regionali proseguono

di Francesco Tonizzo

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri – il suo ormai conosciuto a tutti acronimo è DPCM – annunciato e firmato il 18 ottobre da Giuseppe Conte tiene in salvo per ora e fino al 15 novembre 2020, i campionati professionistici di calcio e le competizioni riservate ai dilettanti, fino a tutte le categorie regionali comprese. Significa che in Friuli Venezia Giulia possono continuare a giocare regolarmente l’Eccellenza, la Promozione, la Prima Categoria e la Seconda Categoria, campionati gestiti direttamente dal Comitato Regionale del presidente Ermes Canciani.
Fermi tutti gli altri tornei: la Terza Categoria, perché gestita dai Comitati Provinciali, i campionati giovanili e le competizioni delle scuole calcio. Ai tesserati che rientrano in queste ultime fattispecie di attività sportiva non consentita è permesso solo l’allenamento individuale.

Inoltre, il DPCM del 18 ottobre dà una stretta anche al numero di spettatori che un impianto può contenere. Sempre relativamente al calcio, nelle competizioni non vietate è consentita la presenza di pubblico con una percentuale massima del 15% della capienza totale e comunque non oltre i 1000 spettatori all’aperto e 200 al chiuso. Tutto ciò, esclusivamente negli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e l’assegnazione preventiva del posto a sedere.

Confermati l’obbligo di distanziamento interpersonale, l’obbligo di indossare la mascherina e di misurazione della temperatura corporea all’ingresso degli impianti.

Ferma tutta l’attività amatoriale che non sia riconosciuta dal CONI.

Alleghiamo il testo ufficiale del DPCM.

1603060912481_DPCM_18_ottobre_2020