Consiglio FIGC: nomine e novità regolamentari per il 2022

Sono tante le novità emerse dal Consiglio Federale che si è tenuto oggi a Roma. Sotto l’aspetto delle modifiche regolamentari, è stata approvata la riforma dei Campionati Primavera con immediata trasformazione del format del Primavera 1 che passa da 16 a 18 squadre con 2 retrocessioni e 4 promozioni dal Primavera 2. A regime, dalla stagione sportiva 2022/23, il campionato Primavera 1 sarà composta da 18 squadre (3 retrocessioni), il Primavera 2 da 32 squadre (3 promozioni e 2 retrocessioni), il Primavera 3 da 24 squadre (2 promozioni e 2 retrocessioni) e il Primavera 4 da 26 squadre ( 2 promozioni). Contestualmente è stata abolita la norma che vincolava la partecipazione della squadra Primavera al campionato di competenza della prima squadra.

Attenzione anche alla partecipazione delle seconde squadre società di Serie A al campionato di Serie C 2021/2022. Ravvisata l’opportunità di riavviare il progetto che permette alle società di Serie A di partecipare al campionato di Serie C con seconde squadre, formate da giovani calciatori, al fine di favorirne la crescita ed in ottica di promozione del calcio giovanile, il Consiglio ha deliberato di riservare all’eventuale club richiedente (nel rispetto dei requisiti richiesti, compreso il versamento del contributo di euro 1.200.000) il primo posto nella graduatoria dei ripescaggi in Lega Pro.

Un capitolo che interessa sempre parecchio a livello regionale è quello che riguarda la procedura e criteri per i ripescaggi e le riammissioni. Il Consiglio ha provveduto a definire i criteri, le tempistiche e gli adempimenti per le riammissioni e l’integrazione degli organici in caso di vacanza di organico dei campionati professionistici. Le eventuali istanze dovranno essere presentate entro il termine perentorio del 19 luglio. Per i ripescaggi in Serie C, nel rispetto del criterio dell’alternanza, dopo le seconde squadre della Serie A, è riconosciuta priorità ai Club richiedenti di Serie D.

Modificato inoltre il format dei campionati nazionali femminili. Il Consiglio Federale ha approvato la riforma dei campionati proposta dalla Divisione Calcio Femminile, che andrà a regime a partire dalla stagione 2022/2023. In particolare, nell’ottica di aumentare la qualità delle competizioni e favorire il passaggio al professionismo, sarà prevista una Serie A a 10 squadre e una Serie B a 16 squadre, con una formula di svolgimento dei campionati che ha l’obiettivo di essere sempre più avvincente e appassionante.

Il Consiglio Federale ha provveduto infine a diverse nomine.
Demetrio Albertini è il nuovo Presidente del Settore Tecnico, oltre a Mauro Milanese nel Consiglio Direttivo assieme agli altri componenti. Vito Tisci è il nuovo Presidente del Settore Giovanile Scolastico Nazionale, con Giovanni Messina nel Consiglio Direttivo che comprende anche il Presidente della LND Veneto Giuseppe Ruzza.