Campionati regionali: dichiarato lo stop definitivo

Era già noto e scontato e adesso è ufficiale. Con un comunicato pubblicato ieri sera, la Federazione Italiana Giuoco Calcio ha deliberato di interrompere definitivamente lo svolgimento delle competizioni sportive organizzate dalla Lega Nazionale Dilettanti a livello territoriale, annullando le classifiche dei campionati nella stagione 2020/21.
A livello nazionale, restano fuori da questa delibera i campionati di Eccellenza maschile e femminile e i campionati di serie C di calcio a 5 maschile e femminile.

Ovviamente, per quanto riguarda il Friuli Venezia Giulia (oltre che Umbria e Basilicata), anche il campionato di Eccellenza è stato annullato, dal momento che solo due squadre, Pro Gorizia e San Luigi, hanno deciso di proseguire l’attività sportiva, schierandosi temporaneamente nel campionato di Eccellenza in Veneto.

Nel contempo, con comunicato successivo, la FIGC ha anche confermato il carattere di “preminente interesse nazionale” l’Eccellenza maschile e femminile e la serie C di calcio a 5 maschile e femminile, condizione necessaria per permettere a queste competizioni di riprendere l’attività, ribadendo anche l’assenza di retrocessioni nelle categorie inferiori. In caso di indisponibilità a proseguire la stagione, le società rinunciatarie manterranno comunque il titolo sportivo riferito alla categoria.

E’ inoltre consentita la risoluzione unilaterale di trasferimenti a titolo temporaneo nel solo ambito dilettantistico di calciatori/calciatrici già tesserati/e per le società che non riprendono l’attività nella stagione sportiva 2020/2021, al fine di consentire agli stessi e alle stesse il rientro alla originaria società cedente che, viceversa, ha deciso di proseguire l’attività.
Nel caso in cui la società cedente non riprenda l’attività, il calciatore o la calciatrice potrà rientrare alla stessa società ed essere trasferito ad altra società che prosegue nella medesima competizione la stagione sportiva, a semplice richiesta congiunta di quest’ultima e del calciatore/calciatrice.

Le delibere saranno ratificate nel prossimo Consiglio Federale della FIGC, in programma ad aprile.