Calcio donne: buon pari del Tavagnacco, ko la Triestina

In determinate circostanze “il punto va bene”. Quella di ieri in casa contro il Vicenza è stata proprio una di queste occasioni. Per un motivo semplicissimo: all’86’ il Tavagnacco era sotto 1-0. Se fosse terminata così, sarebbe stata la seconda sconfitta consecutiva, immeritata come quella di Roma, difficile da sostenere dal punto di vista psicologico. Il gol di Zineb Abouziane è fondamentale perché permette di strappare un pari importante per la classifica e per il morale. Se le friulane rigiocassero questa partita, potrebbero vincerla. Ma nel calcio conta solo il qui e ora. E visto come si erano messe le cose nella gara di ieri, il punto va bene. Fa bene.
La coach Chiara Orlando ha dovuto rinunciare a Tuttino e Grosso inserendo a centrocampo Liuzzi fra Caneo e Zuliani, ha dato una opportunità dal primo minuto a Kongouli (nella foto) e si è tenuta in panchina armi importanti a gara in corso come Ferin, Gianesin e la stessa Abouziane. Spazio a qualche calciatrice che ha giocato di meno. Le risposte sono state confortanti sotto il profilo dell’impegno e anche per quanto riguarda la creazione di presupposti da rete; la squadra è mancata in fase di finalizzazione. “Vorrà dire che dovremo creare ancora di più – ha osservato mister Orlando a fine partita: dalla tribuna, c’era la sensazione che le ragazze nella ricerca dell’1-1 siano state troppo precipitose nella giocata -. Abbiamo avuto dei momenti di frenesia dettati dalla giovane età. Per come si era messa la gara, ci teniamo stretto questo pari che è il risultato più giusto. Non abbiamo mollato, abbiamo avuto il merito di crederci fino alla fine” ha concluso l’allenatrice.

Il calcio toglie e dà. Nell’arco di una settimana Zineb Abouziane è passata dal calcio di rigore sbagliato a Roma al gol del pari di domenica scorsa. Un bel riscatto per la ragazza, protagonista di una rete tutt’altro che banale. Sulla verticalizzazione di Donda, ha calciato di destro di prima intenzione da lontano bruciando il tempo dell’intervento al portiere avversario: un gran bel gol. “Sono felice per la rete, era una gara difficile, il pareggio è un buon risultato” le parole a caldo di Zizu. Abouziane si è messa alle spalle un periodo difficile con un infortunio che non le ha permesso di essere in condizione nei mesi scorsi, adesso sta bene. Lo ha dimostrato anche con l’assist all’Orobica di tre settimane fa. Zizu dedica una riflessione alla squadra. “Siamo un gruppo unito, abbiamo la possibilità di stare in alto e vogliamo provare a restarci fino alla fine”. Per farlo, il Tavagnacco dovrà anche sapersi accontentare del punto in quelle gare dove non avrà la possibilità di vincere. Le gialloblù in questa stagione hanno impattato in tre occasioni: all’esordio a Pomigliano 2-2, contro Ravenna 0-0 alla quinta giornata e lo scorso weekend con Vicenza. Sì, in determinate circostanze, “il punto va bene”.

Fonte: Mattia Meroi, Ufficio Stampa Upc Tavagnacco

____________________________________________

Scendendo di categoria, nel girone B di serie C femminile, sconfitta la Triestina in quel di Venezia, dove le rossoalabardate del mister Fabrizio Melissano hanno perso per 1-0 la prima di ritorno, per un goal della lagunare Alice Zuanti alla mezz’ora di gioco del primo tempo. Era una partita importante nell’economia della stagione di Nicole Peressotti e compagne: un eventuale successo giuliano avrebbe spalancato alla Triestina le porte dell’alta classifica, battendo un’avversaria diretta. Invece, la sconfitta a Venezia trattiene le rossoalabardate a metà del guado, a quota 19 punti, uno in più dell’Underland Damen, che però ha una gara in meno, avendo rinviato il match con il Padova.