A giugno si tornerà allo stadio. Da questo lunedì, via all’attività all’aperto

Ancora un mese per andare allo stadio o al campo sportivo. Dal 1° giugno in avanti, sarà autorizzato (a meno di ulteriori strette nelle prossime settimane) l’ingresso allo stadio o al campo sportivo per non più del 25 per cento della capienza, sia all’aperto, sia al chiuso, con il limite di 1000 spettatori all’aperto e di 500 al chiuso.
Esempio a spanne. Nella tribuna del “Giuseppe Morigi” di Manzano possono sedersi circa 500 spettatori: il 25% di 500 è 125. Una misura inferiore, date le minori dimensioni della struttura, sarà consentita al “Della Ricca” di Carlino.
Nei giorni scorsi era stato ventilato che queste misure potessero essere efficaci anche prima dell’inizio di giugno: le curve dei dati di contagio, di posti occupati in terapia intensiva e di decessi da covid stanno degradando, ma non abbastanza: serve evidentemente ulteriore rigore.
Almeno, da lunedì in avanti, l’attività sportiva anche di contatto sarà consentita, limitatamente alle persone che vivono in zona gialla. Il Friuli Venezia Giulia dovrebbe essere piazzato in zona gialla da lunedì: in questo senso, è attesa per venerdì 23 la comunicazione ufficiale del Presidente Massimiliano Fedriga.

Il testo del comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 14

A decorrere dal 1° giugno 2021, in zona gialla, le disposizioni previste per gli spettacoli si applicano anche agli eventi e alle competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP), riguardanti gli sport individuali e di squadra, organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali. La capienza consentita non può essere superiore al 25 per cento di quella massima autorizzata e, comunque, il numero massimo di spettatori non può essere superiore a 1.000 per impianti all’aperto e a 500 per impianti al chiuso. E’ possibile inoltre, anche prima del 1° giugno, autorizzare lo svolgimento di eventi sportivi di particolare rilevanza. Le attività devono svolgersi nel rispetto delle linee guida vigenti. Quando non è possibile assicurare il rispetto di tali condizioni, gli eventi e le competizioni sportivi si svolgono senza la presenza di pubblico.

Dal 26 aprile 2021, in zona gialla, nel rispetto delle linee guida vigenti, è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto, con spogliatoi sempre off limits. Inoltre, dal 15 maggio 2021, sempre in zona gialla, sono consentite le attività delle piscine all’aperto e, dal 1° giugno, quelle delle palestre.