17 nuovi arbitri made in Fvg

Proseguono le attività delle Sezioni AIA in FVG anche nei mesi di pandemia. Sabato 30 gennaio, infatti, si è tenuto l’esame congiunto tra le Sezioni di Gradisca d’Isonzo, Pordenone e Udine, che ha visto la partecipazione di ben 17 partecipanti. I ragazzi hanno risposto a video-quiz e domande mirate a valutarne la loro preparazione, a cui è seguito un colloquio individuale, ottenendo ottimi risultati e venendo tutti promossi. L’intera procedura si è svolta online, tramite la piattaforma Google Meet, così come i corsi che sono partiti circa due mesi fa.

Per Pordenone si è trattata della prima esperienza di questo tipo, mentre Gradisca aveva già avuto modo di testarla più che positivamente alcuni mesi fa e Udine è stata addirittura tra le prime in Italia ad adottare questa soluzione. A esaminare i ragazzi è stata una Commissione presieduta dal Presidente della Sezione della Destra Tagliamento, Manuel Giacomazzi, affiancato dalla Componente del Comitato regionale e referente per la Prima categoria, Marinella Caissutti, e dal Responsabile del corso arbitri di Gradisca, Daniele Simon. Come Segretario è stato scelto Simone Milillo (Udine).

Rispettivamente, quindi, Gradisca d’Isonzo conta ora cinque nuovi associati, nove per Udine e tre per Pordenone. “È un ottimo risultato quello raggiunto – ha dichiarato il Presidente della Sezione di Pordenone, Manuel Giacomazzi – In questo periodo di difficoltà è stato un grande risultato poter svolgere i corsi arbitri e poi l’esame attraverso l’utilizzo della tecnologia. Il tutto, infatti, si è svolto online con l’ausilio dell’ottimo responsabile informatico regionale, Alessio Minin, che ha coordinato tutte le attività tecniche”.

I ragazzi hanno svolto i video-quiz rispondendo alle domande, utilizzando un modulo virtuale. La procedura ha permesso alla commissione di ricevere in tempo reale gli esiti e valutare i compiti. Poi si è passati al colloquio, durante il quale tutti gli aspiranti arbitri hanno risposto alle domande che la commissione ha posto loro. “Nonostante le tante difficoltà – ha aggiunto Giacomazzi – che stiamo affrontando, siamo riusciti a mandare avanti le attività delle nostre sezioni, compresi i corsi arbitri, perché è fondamentale che non si smetta mai di lavorare per la formazione e la crescita tecnica degli arbitri e la ricerca di nuove ‘reclute’”.

Faccio le mie congratulazioni ai ragazzi che hanno superato l’esame – ha commentato il Presidente della Sezione di Gradisca d’Isonzo, Roberto Semolice do loro il benvenuto all’interno della famiglia dell’AIA. In questi ultimi mesi, non ci siamo mai fermati neanche con l’arruolamento di nuove forze, che è una delle priorità per la crescita sezionale. Siamo ormai in grado di fare tutto il corso arbitri, anche l’esame, in remoto. Un grazie di cuore anche a Daniele Simon, responsabile del corso arbitri, che ha fatto con loro un ottimo lavoro”.

In un momento molto difficile per l’associazione – ha sottolineato il Presidente della Sezione di Udine, Cristian De Francole realtà di Gradisca d’Isonzo, Pordenone e Udine hanno dimostrato di voler guardare al futuro con fiducia e speranza. Ieri sono entrati nella famiglia del calcio del Fvg 17 nuovi arbitri e l’iniziativa di unire tre sezioni per fare gli esami è un segnale di unione d’intenti e di volontà di affrontare le difficoltà della pandemia tutti assieme. Svolgendo anche questa sessione on line si è garantita la sicurezza di tutti e si è dimostrato che la voglia di ripartire con nuovi arbitri non si ferma nemmeno di fronte alla sfida pandemica”.

Fonte: Timothy Dissegna, Referente FVG per la Rivista L’Arbitro