100 PRESENZE IN MAGLIA SACILESE: IL RECORD DI ENRICO DA ROS

di Francesco Tonizzo

Cento presenze, tripla cifra: metti che abbia portato in spogliatoio almeno un pasticcino a partita per festeggiare con i compagni il traguardo raggiunto domenica, il capitano della Sacilese Enrico Da Ros avrebbe dovuto spendere uno stipendio nella migliore pasticceria di Sacile per rispettare l’eventuale impegno.
E pazienza se poi in partita ha festeggiato la Sanvitese, capace di espugnare il “Castenetto” vincendo 1-2 nella sfida del girone A di Promozione tra squadre dell’alta nobiltà della Destra Tagliamento. La cerimonia di consegna della maglia con il numero 100 impresso sulla schiena ha commosso Da Ros, attaccante classe 1988.

E’ stato tutto inaspettato – ha detto il capitano biancorosso -: non sono un giocatore che da troppo peso alle statistiche, ai goal, alle presenze, però devo ammettere che è stato un bellissimo pensiero da parte della società. L’ho apprezzato davvero tanto. Vesto questi colori ormai dal 2017, quando ancora c’era la vecchia proprietà“.

E’ evidente che un giocatore del suo calibro, dopo gli anni giovanili anche nel settore giovanile del Milan e diverse esperienze in serie D, tra Vicenza, Triestina, Abano, Portomansuè, Conegliano, abbia sposato il progetto sacilese di far tornare una piazza storica ai fasti di un tempo: scendere in seconda categoria e far parte del processo di risalita della Sacilese lo pone già di diritto nell’olimpo del club del presidente Driussi.
L’avvio di campionato è stato interlocutorio, ma l’obiettivo di Da Ros e compagni è chiaro: essere protagonisti.

Abbiamo saltato la prima partita con la Bujese – dice ancora l’attaccante brugnerese – per i noti problemi dei nostri avversari e domenica contro la Sanvitese abbiamo disputato un buon match, tutto sommato. In questa stagione tutte le avversarie ci aspettano al varco perché ci ritengono i favoriti per la promozione. Io dico che siamo un ottimo team e possiamo fare bene al pari di altre squadre forti. Il calendario ci ha riservato un inizio di torneo davvero tosto perché nel prossimo turno affronteremo il ManiagoVajont, poi avremo il recupero con la Bujese, e di seguito Prata Falchi Visinale e poi Tolmezzo. In sostanza, tutte avversarie di alto livello: l’obiettivo è dare sempre il nostro massimo“.